Il Castello Svevo PDF Stampa E-mail
Domenica 03 Maggio 2009 16:15

castelloIl Castello la cui datazione originale è incerta, prende il suo nome da Federico II di Svevia che sicuramente nel 1240 circa, in occasione della fortificazione delle mura di cinta, lo fece verosimilmente ricostruire dandogli una forma di base a tronco di piramide quadrata sormontata da un parallelepipedo sulla cui sommità purtroppo da tempo vi è l’aeronautica militare con la sua stazione metereologica.

Sui quattro angoli della base, si innestano quattro torri cilindriche aggettanti. Tutta la struttura si sviluppa in altezza soprattuto sul lato a nord-ovest che affaccia sul mare.

Per la sua conformazione strutturale e tipologica, oltre che per la posizione strategica, è chiaro che si tratta di una vera postazione di avvistamento e di difesa insieme alle altre torri minori sparse lungo la costa.

Il portale d’ingresso, originariamente era custodito da un ponte levatoio e da un probabile fossato posto nella zona a nord/nord-est.

E’ chiaro che con le varie invasioni, manomissioni, e lavori di restauro esso abbia mutato nel tempo la sua originale funzione tipologica con qualche piccola modifica di facciata. Esso però resta sempre un baluardo di importanza strategica per Termoli e per i termolesi i quali sono molto legati da vincoli di appartenenza, in questo caso:

" ‘A mazze dù Castille"

Da almeno dieci anni esso ospita mostre di diverso tipo che spaziano dalla pittura alla scultura, alla fotografia e quant’altro; una delle mostre più importanti è quella realizzata dalla nostra Associazione nel periodo natalizio " Il Presepio", mostra di presepi artistici, aperta dal 23 di Dicembre a tutto il 6 di Gennaio di ogni anno con presenze che hanno superato gli 11.000 visitatori tra adulti e bambini.

 

Come hai conosciuto l'Associazione?

Come hai conosciuto l'associazione?
 

Chi è on line

 10 visitatori online

Registrati

Registrandoti rimarrai sempre in contatto con noi



Grazie per la manifestazione del tuo affetto