PDF Stampa E-mail
Lunedì 22 Giugno 2009 20:03

passeggiata-2009L'Associazione si prepara ad organizzare l'ottava edizione della "Passeggiata tra i fiori" iniziata per sensibilizzare gli abitanti del Borgo e rendere fioriti i loro balconi ed i loro poggi, è stata un crescendo che pur se non ha toccato il cuore di tanti proprietari di immobili che vengono solo nel periodo estivo, ha fatto "crescere" tanti residenti che hanno trasformato parte delle aree adiacenti le loro abitazioni in veri giardini fioriti.

Dobbiamo prendere atto che grande sensibilità verso questa bella manifestazione è stata esternata da alcuni tra i vivaisti e fiorai che mettono a disposizione centinaia di piante che, anche se per soli due giorni, arricchiscono il Borgo Antico e ne migliorano il suo splendore.

Questa manifestazione che si è svolta ogni due anni fino al 2005, è diventata appuntamento annuale a grande richiesta dei visitatori e degli amanti del Borgo, ma con grande sforzo di tutti noi che la organizziamo, soprattutto per i vivaisti e fiorai partecipanti.

Quest'anno, attraverso il nostro sito Web, si darà il giusto risalto a chi si è impegnato di più in "questa due giorni" dedicati ai fiori, e sarà sicuramente significativo essere seguiti da tutte le parti del mondo.

La Passeggiata tra i fiori, anche se in maniera disorganica,  apre i battenti martedì 23 giugno e fino a tutto il 29, presso il Castello Svevo con orario dalle ore 20,00 alle 24,00, con "Il salotto dell'arte" personale di Floriana Spidalieri dove insieme ai suoi quadri ammirerete anche gli abiti di Roberta Muzio e la bigiotteria di Emilia Spidalieri.

Durante la settimana, all'ingresso o in altri posti del Borgo, troverete Sebastiano Bucci (Writer) impegnato nella realizzazione di un pannello dal titolo " un fiore per il Borgo".

Sabato 27 alle ore 18,30 circa, sotto l'arco d'ingresso (vicino al Belverere alla Torretta), si aprirà ufficialmente la due giorni con l'infiorata a cura del gruppo folklorico 'A Paranze e/o 'A Paranzelle.

In Piazza Duomo verranno sistemati i pannelli già realizzati e quelli che Sebastaino Bucci ci preparerà durante il pomeriggio di sabato.

Alle 21,45 circa, presso il Belvedere alla Torretta ci sarà il consueto appuntamento con il Concerto di musica classica ad opera della Scuola Media Statale M. Brigida Euterpe 2000 ( quest'anno vincitori del Delfino d'Argento, 1° premio assoluto al Concerto Mondiale di Creatività scolastica Sez. Musica scolastica al Global Ecucational di San Remo 2009) che concluderà la serata.

Il giorno dopo, cioè dalla mattina di Domenica 28 giugno, sarà possibile passeggiare nel Borgo per ammirare le composizioni floreali e i lavori dei writers,  mentre la sera, troverete aperta la mostra al Castello Svevo "Il Salotto dell'arte" dalle ore 20,00 alle 24,00.

Con inizio alle ore 21.30 circa, presso il Belvedere alla Torretta, dedicheremo la serata alla Rosa "Regina" dei fiori. Ce ne parlerà Gian Paolo Bonani sociologo, cultore e progettista del più grande rosaio italiano e autore del nuovo libro appena uscito "Tacita Rosa"(ritratto di un giardino in Sabina). Per l'occasione verranno proiettate rare immagini di rasai di tutto il mondo raccolte e/o  realizzate da Bruno Caserio fotografo in Termoli.

A conclusione della serata, ci sarà la consegna delle targhe alla presenza dell'Assessore alla Cultura dott.ssa Serena Biondi e di altre autorità politiche locali.

 

I Vivaisti partecipanti sono:

 

Vivaio Verde Molise  di A. Pezzoli - C.da Pisciariello, 4 Termoli

Vivaio Campo Verde di S. Evangelista - C.da Sotto le Case - Campomarino

 

 

Per i fiorai invece partecipano:

 

La Rosa Blu di N.e R. Musacchio - C.so Nazionale, 38 - Termoli

Punto Verde di Pietropaolo, via Cairoli, 12/A - Termoli

Fiorista Braccia Angelo diplomato Scuola Feder Fiori - Termoli



 
PDF Stampa E-mail
Giovedì 18 Giugno 2009 13:29

“Voi parlate… Intanto noi andiamo avanti”

box-pesce-2prima-paginaLa proverbiale frase citata come titolo dell’articolo pubblicato il 9 giugno scorso “non c’è due senza tre” dove il tre stava ad indicare il nuovo impianto per il ghiaccio e i cinque box per il pesce da costruirsi nell’area portuale a ridosso delle mura del Borgo vecchio, nel punto dove meglio si vede la Cattedrale, tra il depuratore e la scalinata a chiocciola, è ormai una realtà.

Purtuppo è così: a Termoli da sempre si alzano grandi polveroni, si discute, però quanto deciso si fa!

“I Grandi” non possono sbagliare!

Quindi, quello che noi ci auguravamo fosse stata una svista a cui forse era ancora possibile rimediare, è un errore voluto!

Grazie di questo ulteriore scempio perpetrato all’immagine del Borgo Vecchio e di Termoli.

 

Il Presidente

Arch. Salvatore Marinucci

 

Alcune foto dell'impianto in costruzione, tanto per...

box-pesce-2-001
box-pesce-2-001
box-pesce-2-002
box-pesce-2-002
box-pesce-2-003
box-pesce-2-003
box-pesce-2-004
box-pesce-2-004
box-pesce-2-005
box-pesce-2-005
box-pesce-2-006
box-pesce-2-006

 
PDF Stampa E-mail
Martedì 09 Giugno 2009 19:14

"Non c'è due senza tre"

box-pesce-009La proverbiale frase non c’è due senza tre calza ad hoc per l’area portuale a ridosso del Borgo vecchio che già da anni  è stata mortificata:

prima con la costruzione del Depuratore che, oltre a togliere la visuale di quel poco di mare che da piazza Duomo si intravedeva attraverso l’arco di via V. Pitirro, ha dato e ancora continua a dare ai tanti turisti di passaggio per le Isole Tremiti, un ricordo tangibile dei “ Profumi della vecchia Termoli”;
poi, con la Scala a chiocciola, definita “monumento alla bellezza e alla raffinatezza” che invece ha creato un forte impatto ambientale sulle mura del Borgo e nell’area portuale dove è stata collocata. Altrettanto forti sono state le critiche e i dissensi manifestati oltre che dall’85% della popolazione termolese, anche da personaggi quali Sgarbi, F. Quilici e Jean Marie Levesque(Conservatore del Museo Normanno di Coen in Francia) tanto che noi tutti, coinvolti prima come cittadini e poi come soci di un’Associazione  nata con lo scopo di salvaguardare e rivalutare il Borgo, abbiamo presentato ufficialmente all'Amministrazione di allora, nel lontano giugno 1999 e di nuovo qualche mese fa (su richiesta dell’attuale Amministrazione) un progetto alternativo di questa scala di collegamento dell’area portuale con il Borgo, che sembrava avesse stimolato interesse anche tra questa Amministrazione “Attenta e Sensibile” oltre che ai tanti problemi del territorio cittadino, soprattutto al Borgo vecchio verso cui “ tutti a parole si fregiano di avere attenzioni, ma che fondamentalmente ai tanti poco interessa ”. Quale Borgo vecchio diventerà mai il fiore all’occhiello della nostra Termoli?
Oggi la ciliegina sulla torta, per completare l’opera nel tratto che va, dalla famigerata scala a chiocciola al profumato depuratore, una stecca con pannelli prefabbricati lunga circa 33metri, larga 6 ed alta metri 3,05 fino a toccare i m. 5,50  nella parte più alta( la cupola in policarbonato). Essa ospiterà una nuova fabbrica del ghiaccio con annesso magazzino olii e cinque box per il deposito del pesce proveniente dal Mercato Ittico  e che dovrà essere “lavorato” per poterlo portare sul mercato a cui i cinque pescivendoli  assegnatari dei relativi box sono collegati.

Tale struttura, oltre ad eliminare un congruo numero di parcheggi (sempre più difficili da reperire) a servizio di quanti vivono nel borgo e che soprattutto nel periodo estivo sono costretti ad “emigrare” con i propri mezzi, va ad invadere tutta la parte del sottomuro di cinta piena di vegetazione di pregio piantumata qualche anno fa per ridare un minimo di decoro a quel tratto di muraglione che agli occhi di tanti si identifica come sotto zona della Cattedrale per chi guarda il Borgo dal molo pescherecci (tornando da Tremiti). Così facendo, ci si dimentica che proprio per la valorizzazione di quel tratto di muro e per la rivalutazione di quell’area portuale, era stata prevista una scala alternativa a quella del "dissenso"che mirava tra l’altro ad un “contatto visivo” con la stupenda Cattedrale che abbiamo e che è visibile dal porto proprio in quel punto. Tale struttura, modernissima e poco rispettosa dei canoni di un’architettura di tipo conservativo così come indicano le linee guida del Piano di Recupero del Borgo antico, ancora vigente, dovendo essere collocata a ridosso di una parte”significativa” del Borgo, avrebbe dovuto far riflettere un tantino di più quanti tra gli addetti ai lavori si professano cultori della storia e dell’architettura termolese per evitare di autorizzare con una semplice “conferenza di servizio” un altro scempio in un’area già compromessa.

Quando passate tra il Mercato ittico e la sede dell’ANMI (Ass.ne Nazionale Marinai d’Italia), sotto il muraglione di via del C. del Croix, avete notato che traffico di furgoni, le cassette di pesce, e  le maleodoranti pozzanghere di acqua sporca che ristagna? Bhè, la stessa cosa succederà sotto le mura del Paese vecchio. Assisteremo dopo la costruzione di questa struttura voluta da chi in passato si è proposto come attento sostenitore delle problematiche del Borgo, ma che ha dimostrato, in questo caso, scarsa sensibilità e grande disinteresse per un “servizio” che poteva sicuramente essere collocato in ambito portuale o fuori di esso, ma sicuramente in una posizione più rispettosa dei luoghi che rappresentano la nostra storia.

Un errore voluto o una svista a cui è ancora possibile rimediare?

Noi ci auguriamo che sia una svista!

Il Presidente

Arch. Salvatore Marinucci

 

Alcune foto di riferimento a quanto innanzi descritto

box-pesce-001
box-pesce-001
box-pesce-002
box-pesce-002
box-pesce-003
box-pesce-003
box-pesce-004
box-pesce-004
box-pesce-005
box-pesce-005
box-pesce-006
box-pesce-006
box-pesce-007
box-pesce-007
box-pesce-008
box-pesce-008
box-pesce-009
box-pesce-009


 
PDF Stampa E-mail
Mercoledì 13 Maggio 2009 16:19

presentazione-sito01Venerdì 8 maggio è stato ufficialmente presentato alla cittadinanza termolese, il sito Web della nostra Associazione.

In concomitanza è stato aperto il collegamento del sito e quanti hanno voluto, hanno potuto collegarsi per la prima volta.

La presentazione, avvenuta nella sala "Colitto", col patrocinio del Comune di Termoli, è stata curata dal Presidente in carica alla presenza di un buon numero tra soci, amici ed amministratori locali.

"Abbiamo realizzato un sogno nel cassetto! Era necessario creare questo sito, per essere al passo coi tempi e … per non dimenticare tanti anni di attività (dal lontano 1985 ad oggi ) svolte per il Borgo, all’interno e fuori di esso, per la sua rivalutazione e la sensibilizzazione ai problemi del vivere quotidiano".

Questi i motivi per i quali è nato il sito. E’ stata poi spiegata l’impostazione generale, le attività già realizzate delle quali sono visibili alcune foto o filmini, nonché gli appuntamenti futuri. A tale proposito, il sito diventerà "agenda" di riferimento per i prossimi appuntamenti.

Vogliamo approfittare di questa occasione per ringraziare ancora una volta quanti ci hanno onorati della loro presenza, invitando chi non ha potuto partecipare a visitare il nostro sito rendendo partecipi anche i loro amici (passa parola). Grazie!

Riportiamo di seguito alcune foto della cerimonia inaugurale insieme ad alcuni articoli della stampa locale.


Primonumero del 9/05/2009

Nuovo Molise Oggi del 9/05/2009

Il Quotidiano del Molise del 9/05/2009

Primo Piano del 23/05/2009

 

presentazione-sito02
presentazione-sito02
presentazione-sito03
presentazione-sito03
presentazione-sito04
presentazione-sito04
presentazione-sito05
presentazione-sito05
presentazione-sito06
presentazione-sito06
presentazione-sito07
presentazione-sito07

Le foto sono state scattate da Giuseppe Zupa (Studio 15 Mani) e da Cristina Marinucci

 

 
Altri articoli...
« InizioPrec.21222324252627Succ.Fine »

Ultimi Tweet

Come hai conosciuto l'Associazione?

Come hai conosciuto l'associazione?
 

Chi è on line

 28 visitatori online

Registrati

Registrandoti rimarrai sempre in contatto con noi



Grazie per la manifestazione del tuo affetto